L’albanese. Per imparare la lingua

voce aquila albania lingua didattica

La sezione ‘Per imparare la lingua‘ è frutto delle ricerche che io stessa ho fatto durante gli anni dell’Università, poichè, e chi studia albanese in Italia lo sa, il materiale didattico  che viene fornito agli studenti è sempre insufficiente. Alcuni dei libri che troverete nella lista sotto mi sono serviti direttamente per sostenere gli esami accademici, tanto di lingua e traduzione quanto di letteratura, quindi posso garantire che sono un buon ausilio per lo studio da autodidatta. Inserisco anche i libri di letteratura, sebbene in italiano, perchè permettono di avere un quadro più completo della cultura albanese. LA PAGINA SARA’ COSTANTEMENTE AGGIORNATA CON TUTTO CIO’ CHE RIESCO A TROVARE ON LINE E CHE UTILIZZERO’ ANCHE IO, IN MODO DA FARVENE UNA RECENSIONE CHE SPERO POSSA TORNARVI UTILE 🙂

Per consiglio personale (senza avere la pretesa di dirvi la cosa giusta), poichè l’albanese è una lingua flessiva come il latino o il tedesco e prevede lo studio dei CASI, posso dirvi che, se vi cimentate da autodidatti, sarebbe opportuno che abbiate a portata di mano i pdf che ho caricato nella pagina ‘Pillole di lingua albanese’. Sono schematizzati nella forma più semplice possibile e, quando li ho preparati, ho pensato di utilizzare il sistema della memoria visiva, utilizzando un colore per ogni caso e le relative declinazioni. Questo il link interno alla pagina dei pdf  Grammatica della lingua. Pillole di albanese

Di seguito, invece, i consigli per gli acquisti 😀 suddivisi nella sezione Didattica della lingua, Dizionari, Letteratura

Didattica della lingua

Book2 Italiano – Albanese Per Principianti: Un Libro in due Lingue

Il Book2 non è un semplice libro di grammatica, ma rientra in un progetto della Goethe-Verlag. Io vi ho inserito il link al corso di lingua albanese, ma ne esistono per più di 50 lingue del mondo!!! Ritornando al nostro, si tratta di 100 lezioni brevissime di lessico (tavole grammaticali non ne esistono, quindi ricordatevi sempre dei miei pdf gratuiti 😉 ), ma che spaziano in tutte le situazioni della vita quotidiana, dalla scuola al ristorante, dalla visita dal medico alla vacanza. Imparerete brevissimamente e in modo estremamente piacevole le parole di uso comune della lingua albanese e avrete il doppio vantaggio di vederle per iscritto e di sentirne l’audio. Si, perchè se andate al link Italiano-albanese audiocorso e scorrete in fondo alla pagina, troverete la possibilità di scaricare l’AUDIOLIBRO in MP3. Io vi consiglio di scaricare entrambi gli zip. Uno è solo con pronuncia in albanese, l’altro ha anche la relativa traduzione in italiano. E occhio!!! Esiste anche l’App, solo che io non l’ho mai testata, per cui non saprei farvene una recensione. La versione audio prevede la prima pronuncia fatta da una voce maschile secondo il ritmo di parlata albanese, quindi un po’ veloce; la seconda pronuncia è fatta da una voce femminile che va più lentamente, in modo che si possa capire meglio e tentare di ripetere per conto proprio. Non fatevi sfuggire questo libro! E soprattutto i file audio! Gli MP3 li potete ascoltare ovunque, anche in treno, o mentre state girando in bici come facevo io 😀

Introduzione alla grammatica albanese

L’autrice di questo libro è la Professoressa Giuseppina Turano, attualmente Ordinaria di Lingua e Traduzione Albanese presso la Ca’ Foscari di Venezia. Sebbene venga presentato come un libro di introduzione alla grammatica albanese, posso dirvi che non è adatto allo studio base da autodidatta, quanto piuttosto all’approfondimento da autodidatta. In effetti, dal mio punto di vista è più un compendio che una grammatica. Non a caso, alla Facoltà di Lingue di Bari è sempre stato inserito nella lista dei libri del terzo anno. Diciamo che è un libro ottimamente fatto ma più utile per un ripasso veloce. Per quello che è stato il confronto che io ho fatto con i libri di grammatica, in questo compendio l’unico argomento che manca è quello dei gradi dell’aggettivo. Per il resto, tutti, ma proprio tutti, gli argomenti di grammatica vengono schematizzati. E’ l’unico libro in italiano che presenta l’analisa della lingua albanese anche per quanto riguarda gli aspetti sintattici e utilizza il metodo contrastivo della traduzione letterale albanese-italiano per arrivare alla stessa traduzione corretta secondo la grammatica italiana. OCCHIO! E’ un libro che su Amazon va via come il pane. Io ho aspettato quattro mesi per poterlo comprare, quindi, se vi interessa, non desistete!

Italianismi nella lingua albanese.

Brunilda Dashi è la ricercatrice albanese che ha scritto questo bellissimo e-book di linguistica. In effetti non è grammatica, quanto lessicologia. L’ho scaricato con molto piacere perchè tocca uno degli argomenti su cui insisto io molto spesso per sottolineare che la lingua albanese non è poi tanto difficile. 7000 e passa parole che sono, come dice il titolo, italianismi nella lingua albanese. E’ un libro che, al di la dell’analisi accademica (potete anche saltare l’introduzione), sicuramente propone un elenco di parole albanesi che sono spiaccicate 😀 all’italiano. Motivo in più per provare ad imparare l’albanese 😉

Dizionari

Parlo albanese

Dizionario tascabile (editore Guerra) albanese-italiano e viceversa.

Dizionario di albanese. Albanese-italiano, italiano-albanese

Un altro dizionario tascabile (editore Hoepli), ma in questo caso l’autore, o meglio autrice, è albanese, a differenza del dizionarietto sopra.

Albanese. Dizionario compatto albanese-italiano, italisht-shqip

Edito dalla Zanichelli. Pur essendo un tascabile, è, a parer mio, il miglior dizionario curato da una casa editrice italiana. Durante i tre anni di Università, lo chiamavo ‘Zanichellino’, proprio in riferimento alle dimensioni piccole, ma l’ho usato come testo di consultazione anche durante le sessioni di esame. Sicuramente non riporta termini albanesi ‘fuori moda’, ma ci ho trovato parecchie volte la traduzione di terminologia settoriale. Costicchia, per essere un tascabile, ma onestamente posso dire che vale il suo prezzo.

Dizionario albanese-italiano

Autori Ferdinand Leka e Zef Simoni, altrimenti conosciuto come il Leka-Simoni. Centinaia di studenti devono ringraziare questo dizionario, l’unico, al momento, di quelli che si trovano in Italia, che indica la declinazione singolare/plurale e indeterminata/determinata dei sostantivi (solo al caso Nominativo, dando per scontato che si abbia conoscenza della tabella completa dei 5 casi). Tra quelli che vi ho presentato sino ad ora, posso affermare con certezza che sia l’unico a garantirvi di togliervi ogni dubbio in materia linguistica. La cosa bella è che, essendo abbastanza datata l’ultima edizione (io ho quella del 2003, ma acquistata direttamente in Albania), è facile trovare anche parole che, nel linguaggio odierno, sono poco utilizzate. Ancora meglio, viene indicato se la parola appartiene alla variante toska o ghega. Mancano, però, le tavole con le note grammaticali in appendice (motivo per il quale io ho sempre affiancato questo dizionario allo Zanichellino)

Letteratura albanese

Ismail Kadare

Non posso non segnalarvi dei libri di Ismail Kadare, lo scrittore albanese contemporaneo più conosciuto al mondo. Tra l’altro, ho parlato in un articolo del blog della sua Casa-Museo ad Argirocastro, quindi la menzione di alcuni suoi libri per me è doverosa. E’ stato, tra l’altro, oggetto del mio primo esame di letteratura albanese. Vi suggerisco, quindi, alcuni dei titoli di questo grande autore.

 Il palazzo dei sogni

Uno dei più osteggiati (all’epoca del comunismo in Albania) romanzi di Kadare. Conoscerete Mark Alem, impiegato nel ‘palazzo dei sogni’, e il Tabir Saraj, misterioso edificio dal quale sembra dipendere il destino del popolo albanese. Le atmosfere cupe e oniriche, è il caso di dire, del romanzo, gli hanno procurato parogoni con l’Odissea di Omero, con la Commedia di Dante e, per venire ai giorni nostri, con Il Nome della Rosa di Umberto Eco.

L’occhio del tiranno

Il seguito ideale, a livello tematico e di ambientazione storica, de ‘Il Palazzo dei Sogni’. I personaggi, invece, sono diversi, benchè in questo libro si faccia riferimento ad una lontana parentela con la famiglia di Mark Alem.

Elvira Dones

Qualcuno di voi avrà sicuramente visto ‘Vergine giurata’, il film italiano con Alba Rohrwacher che tocca il tema delicato delle burrnesha albanesi, letteralmente donna-uomo, donne che decidevano di vivere da uomo (seguendo i dettami del Kanun) poichè si trovavano in determinate situazioni sociali che ne imponevano o consigliavano (a seconda dei casi) la scelta. Elvira Dones, scrittorice albanese che vive da tantissimi anni negli Stati Uniti, è l’autrice del bellissimo romanzo dal quale il film è stato tratto. Se volete, potete acquistarlo qui Vergine giurata

Mitologia e fiabe

I miti sono una parte importantissima della cultura albanese (caratteristica, questa, dell’intera area balcanica). Basti dire che ormai anche noi italiani sappiamo, ad esempio, chi sono Costantino e Doruntina e cosa è, almeno idealmente, il concetto albanese della Besa. Le favole, albanesi, invece, in Italia sono andate perse. O meglio, è difficile che in una famiglia immigrata in Italia le favole albanesi vengano raccontate in albanese. C’è bisogno della loro traduzione in italiano. A questo scopo vengono incontro due raccolte. La prima è  Fiabe albanesi, libro scritto da Virgjil Muçi; la seconda è Floçka: Favole e fiabe albanesi di Gjino (Gino) Luka.

OFF TOPIC!!! 😀 Tra i due, io sono più ‘affezionata’ allo stile di Luka, autore di un bellissimo libro di cucina italo-albanese. Sostenitore della ‘contaminazione’ buona tra cucina e culture diverse, benchè ognuna continui ad avere una propria identità, ha scritto un vero e proprio ricettario (compreso di tabella per la conversione delle dosi 😀 ) in lingua albanese. Io ve lo consiglio non tanto per far pratica di cucina, anche se io l’ho comprato proprio per quello, ma piuttosto perchè avete a disposizione un vero e proprio lessico culinario albanese. Non dovete avere chissà quale conoscenza eccelsa della lingua. Un buon dizionario e una discreta conoscenza della grammatica sono più che sufficienti per preparare ottimi piatti. Se volete acquistarlo, il link è Shënime kuzhine. E buon appetito!!!

CULTURA E FOLKLORE

Ovvio che questa sezione non vi insegni niente della lingua albanese in termini di grammatica, ma forse può essere utile per capire almeno un poco quello che è l’Albania-pensiero. Tanto viene da retaggi storici, tramandati di generazione in generazione. Altro viene dai cambiamenti a cui è andata incontro l’Albania dopo la caduta del comunismo prima e con i forti flussi migratori poi. Non ultimo, il processo di avvicinamento all’entrata nella UE.

Senza assicurarvi che con questi suggerimenti riuscirete ad avere un quadro completissimo, almeno potrete già avere una infarinatura di una cultura che ha delle sue peculiarità.

L’Albania in Furgon: On the road nel Paese delle Aquile

Sapete perchè questo libro è il mio primo suggerimento? L’ha scritto una collega blogger, è in formato kindle (quindi ve lo potete scaricare sul tablet e portarvelo insieme senza appesantire i bagagli) ed è illuminante su un mezzo di trasporto che in Albania è un must senza tempo, il furgon. Ora, se doveste andare a Tirana, sappiate che i furgon sono stati eliminati per girare nella Capitale. Ne esistono ancora solo per spostarsi da Tirana verso le altre città (io ne presi uno per andare in spiaggia a Durazzo) e sono la diretta concorrenza degli autobus di linea. Sinceramente non saprei dirvi cosa è meglio. L’unica cosa certa è che gli autobus hanno fermate regolamentate, mentre il furgon può essere preso all’acchiappo per strada, perchè è anche interesse dell’autista monetizzare per quanto più possibile il viaggio. Il furgon è l’anima rustica e ruspante del viaggio in Albania. Cioè, in via teorica e sottolineo teorica, potreste veramente girarvi tutta l’Albania con questo mezzo.

Lascia un commento