Lavoro in Albania: le professioni più richieste e pagate del 2018

Con i migliori auspici di poter trovare il lavoro dei propri sogni, ecco una piccola presentazione di quelle che, secondo la rivista “Monitor”, saranno le professioni più ricercate e meglio pagate del nuovo anno in Albania.

La EPPC Albania e Kosovo , agenzia reclutamento e formazione , rilasciando un’intervista a “Monitor”, ha affermato che le professioni a maggior picco di candidatura saranno quelle da Leading Manager, come i CEO (Chief Executive Manager, ossia quelli che in italiano hanno la sigla AD, Amministratori Delegati).

Ma, in maniera più ampia, tutti i profili ad alta specializzazione vedranno aumentare le loro chances. Si tratta di posizioni nell’ambito delle vendite e degli affari in genere, per profili che si inseriscono nelle seguenti aree: vendite / marketing; finanza / contabilità ; specialisti di informatica ; ingegneria edile , meccanica , elettrica , informatica ; interpreti di tedesco, inglese e francese .

I salari per la categoria dei manager vanno da 150.000 a 400.000 Lek netti (in euro, da circa 1130 a poco più di 3000).

Com’è stato mercato del lavoro durante anno 2017

L’EPPC ha stimato un consolidamento del mercato del lavoro in Albania durante 2017, benchè risulti il cronico problema di una domanda molto superiore all’offerta, specialmente nella fascia di lavoratori più giovani e in quella dei lavoratori non qualificati. Problematica, questa, che in un certo senso allinea l’Albania ai trend dei Paesi europei dell’area mediterranea.

Si arriva, pertanto, a casi limite in cui, per esempio, per una sola posizione da segretario si candidino in 50-70 persone. Il divario offerta-domanda cala in maniera consistente all’aumentare del grado di qualifica richieso dalla particolare posizione di lavoro. Per cui, risulta evidente che una buona preparazione di studi o di precedenti lavori qualificati acceleri l’ingresso o la stabilizzazione nel mondo del lavoro albanese.

Ma si arriva anche al problema inverso, cioè che per impieghi estremamente qualificati non si riesca a trovare la manodopera corrispondente. Ciò succede anche per le qualifiche di concetto di un certo livello, come quella, appunto, dei CEO o dei Capi-Dipartimento, figure difficilmente reperibili sul mercato del lavoro albanese, benchè la globalizzazione economica che ha incluso l’Albania imponga anche la presenza di questo tipo di figura lavorativa.

Il 2017, continua ancora l’EPPC, è risultato ulteriormente cristallizzato nelle divisioni di 3 categorie principali di posizioni lavorative , ognuna con le sue peculiarità.

Nella prima categoria rientrano le posizioni di tipo direttivo; Direttore Vendite ; Direttore finanziario; Direttore operativo (nelle industrie e nei servizi); Direttore di produzione (con profilo tecnico-industriale ); Direttore delle Risorse Umane ; Direttore dei servizi informatici ; Direttore Marketing.

Nella seconda categoria rientrano gli specialisti qualificati di settore, come in: Finanza-Contabilità / Amministrazione ; Venditore (senior) B2B con profilo tecnico in ambito informatico , elettrico o meccanico (si tratta di un profilo che aiuta la vendita del prodotto specificamente associato al proprio ambito), Specialista Marketing ; Ingegnere edile , meccanico e elettrico.

Nella terza categoria rientrano i lavoratori non qualificati o quelli che hanno il minimo requisito di qualifica richiesto dalla professione che svolgono. E’ la parte del mercato del lavoro albanese che soffre ancora di una certa forma di immobilismo e viziata da forme contorte di valutazione. Si va dal lavoro che ‘si fa solo per bisogno, quindi basta che si porti il pane a casa’, al lavoro che è ‘uno scambio reciproco di occupazione (io faccio lavorare te se tu mi fai lavorare, così mangiamo in due)’, discorso ancora molto frequente nelle piccole aziende a conduzione familiare o che coinvolgono, comunque, la propria cerchia stretta di conoscenze.

Il risultato è un lavoro pagato poco, con uno stipendio generalmente negoziato al ribasso, che non aumenta annualmente e, in generale, molto svalutato anche per quella che è la mancata dignità che un buon lavoro porta al lavoratore. Il 2017 ha confermato la preferenza per il datore di lavoro straniero rispetto a quello locale, preferenza rimarcata praticamente in qualsiasi settore lavorativo.

Le professioni più pagate

Secondo l’EPPC, un datore di lavoro che ne avesse bisogno sarebbe dispposto a pagare tra il 20 e il 30% in più pur di avere un ottimo CEO o un Leading Manager nella sua squadra, fino ad arrivare agli stipendi con cui abbiamo aperto l’articolo. I settori che meglio pagano sono: Banca e Finanza ; Minerali , petrolio e gas ed estrazione; Informatica ( sviluppatori ); Farmaceutica / cura della salute ; Vendita al dettaglio; Distribuzione.

Per gli specialisti direzionali, quelli della seconda categoria come abbiamo detto sopra, si è disposti a pagare tra il 10 e il 20% in più sullo stipendio offerto

La terza categoria è rimasta invariata, con paghe che si aggirano tra i 30.000-40.000 lekë netti (da 225 a 300 euro) .

 

© 2018, Katia Pisani. All rights reserved.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *