Il nuovo volto del centro urbano di Valona. Ecco come sarà!

Il Consiglio Nazionale di Riqualificazione ha approvato il progetto ‘Riqualificazione dell’area urbana del centro di Valona’, che prevede la redazione del progetto urbano, il restauro dei monumenti culturali presenti in quest’area e la ricostruzione di altri elementi urbani. In pratica, si tratta del recupero di quello che potremmo definire il centro storico di Valona.

Dopo Berat, Kruja, Scutari, Korça, Argirocastro, è arrivato anche per Valona il turno di rinascere attraverso il patrimonio culturale. Questo progetto realizzerà la riqualificazione del cuore di Valona, nell’area urbana in cui la città conserva ancora la propria identità, anche storica, e le tracce degli ultimi edifici datati tra la fine del 19° e l’inizio del 20° secolo.

Gli interventi riguarderanno via ‘Justin Godar’, il vecchio bazar, il ‘quartiere ebraico’, il club ‘Laberia’ e l’ex Sinagoga, la ‘Xhamia e Tabakëve’, la più grande della città. Sono le zone di Valona in cui la convivenza di culture e religioni fanno parte della vita quotidiana e della storia valonese.

Il Ministero della Cultura e l’Istituto dei Monumenti continuano ad attuare una delle politiche chiave nella tutela dei beni culturali, per la rivitalizzazione dei centri storici e il loro recupero non solo ai fini turistici ma anche per dare impulso allo sviluppo economico della zona.

Nello specifico, all’interno del progetto specifico del centro urbano di Valona, una delle aree culturali di primo intervento è quella riqualificazione centro storico valonache interessa la strada più importante della città per il suo valore storico-architettonico, la ‘Justin Godard’. Nella foto potete vedere le attuali condizioni. Sicuramente non un bello spettacolo, specie se paragonato ad altre strade di Valona tenute decisamente meglio.

Questa è stata la via principale della città nel periodo del Rinascimento dell’Indipendenza Nazionale. La sua parte occidentale conduce a Sheshi i Flamurit (la Piazza della Bandiera), mentre quella orientale porta verso il quartiere Partizani in direzione Babica, dove ci sono tante foto dell’entrata dei combattenti nel 1920. Le case sono a due piani, con piccoli balconi in stile neoclassico. Le ramificazioni stradali secondarie portano verso l’ex bazar, il ‘quartiere ebraico’, il club ‘Laberia’ e l’ex Sinagoga. Infine, sempre sul lato est, la Xhamia e Tabakëve, la moschea più grande della città. La strada aveva diversi edifici di interesse sociale nel XIX secolo,

riqualificazione centro storico valona

La Torre dell’orologio

come una torre dell’orologio e la Posta.

Il complesso urbano prende il nome dal famoso avvocato francese Justin Godard, finanziatore della spedizione archeologica in Apollonia guidata dallo studioso Leon Rey ma, soprattutto, grande amico degli albanesi dei quali ha difeso i diritti alla Conferenza di Pace di Parigi del 1919.

 

 

riqualificazione centro storico valonaInfo aggiuntiva!!!! In una delle stradine di questa zona si trova il Museo Etnografico. L’ingresso, a dire il vero molto anonimo, è quello che vedete qui di lato (ma l’interno è un gingillo, e salutate le tartarughe del giardino che trovate all’ingresso 😀 ). Quando ci sono stata la prima volta, in effetti mi aveva lasciato basita la condizione del pavimento stradale. Oltre al fatto che indicazioni stradali non ce n’erano, manco un cartello, per cui abbiamo dovuto chiedere ai residenti. Speriamo che entro l’estate prossima tutto sia ripristinato alle migliori condizioni!!!

 

© 2017, Katia Pisani. All rights reserved.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *