Una giornata per visitare Tirana

Volete organizzarvi una giornata per visitare Tirana?

Vi vengono incontro i suggerimenti dello ‘One Day Itinerary’, sito specializzato nel costruire gli itinerari da 24 ore per scoprire le più belle città del mondo.

Il momento migliore per visitare Tirana? Essendo caratterizzata da un bel clima mediterraneo, Tirana è ideale da visitare tutto l’anno, anche in inverno, visto che la temperatura raramente scende sotto 0 gradi.

Prima di visitare Tirana. Un po’ di storia

La città più grande dell’Albania, nonché sua capitale, fu fondata nel 1614 da Sulejman Bargjini. Tutto è cominciato da una vecchia moschea, un piccolo centro commerciale e un bagno turco. Nel corso del XX secolo, nell’era comunista, la città di Tirana, così come l’intera Albania, era sotto il rigido controllo di Enver Hoxha. Durante questo periodo, il Paese è stato isolato dal resto del mondo per quasi tutta la seconda metà del secolo. Dopo la morte del dittatore, l’Albania ha aperto i propri confini e si è spostata verso il modello economico del libero mercato.

Oggi, Tirana è il centro culturale, politico e di intrattenimento dell’Albania. Mentre i resti del passato ottomano, italiano e soprattutto comunista sono ancora presenti nel paesaggio urbano, l’architettura contemporanea sta lentamente trasformando l’aspetto della città in una moderna metropoli europea.

Visitare Tirana in un giorno. Un itinerario suggerito

Piazza Skanderbeg

Non potete visitare Tirana e non passare dalla piazza principale, Sheshi Skënderbej in lingua albanese, è la piazza centrale della città dove sono collocati tutti i più importanti edifici culturali: il Museo Nazionale di Storia, la Biblioteca Nazionale, il Municipio e la Moschea Et’hem Bej nonché, al suo centro, la statua di Skanderbeg. È anche fulcro di passaggio dei mezzi di trasporto, quindi, se il vostro alloggio è un po’ più lontano dal centro della città, è il punto più facile da raggiungere con i mezzi pubblici. Il quadrato pedonale del progetto di riqualificazione della piazza cominciato nel 2016 dà un nuovo aspetto contemporaneo alla piazza, consente di avere maggiori spazi verdi e utilizzerà il materiale lapideo prelevato da tutti gli angoli dell’Albania.

Museo Nazionale di Storia

visitare tirana museo storia nazionale albaniaIl Museo Nazionale di Storia è il più grande museo della città e uno degli edifici comunisti più imponenti della città. Qui si può imparare molto sulla cultura albanese e sulla sua turbolenta storia. Il museo è diviso in nove padiglioni che vanno dall’antichità fino a quello del Terrore Comunista. Uno molto speciale è dedicato alla figura di Madre Teresa, che era di origine albanese. C’è anche un bel negozio di souvenir lungo il percorso verso l’uscita, che propone alcuni bei vestiti tradizionali albanesi e le ceramiche locali. La quota d’iscrizione è di soli 200 Lek (1,5 Eur).

Passeggiare sulla via Murat Toptani

visitare tirana rruga toptani albaniaQuesta bella strada pedonale è un viale alberato e lussureggiante di verde, un’oasi, se paragonata alle strade trafficate di Tirana. Comincia dalla Galleria Nazionale d’Arte, attraversa i resti del Castello di Giustiniano e termina con il nuovo Centro Commerciale Toptani. Varietà di ristoranti, caffetterie e negozi si possono trovare lungo la strada, ma anche un cinema e un teatro sperimentale. Anche una breve passeggiata permette di godere della sua atmosfera leggermente diversa da quella caotica delle strade intorno. Durante i mesi caldi gli alberi formano un bel sentiero di ombre, quindi è un ottimo posto per sorseggiare un drink.

Bere caffè espresso

Mentre siete ancora sulla Murat Toptani, non perdete l’occasione di bere caffè espresso, perché gli albanesi ne servono di molto deliziosi. Essendo situata proprio difronte all’Italia, con il punto più vicino a soli 70 km, esiste un’alta influenza italiana in Albania. Pertanto, la cultura del bere caffè espresso è diffusa in tutta l’Albania.

Fare il pranzo presso un ristorante albanese tradizionale

Uno dei migliori ristoranti della cucina albanese tradizionale, che assolutamente non vi dovete far sfuggire, è il ristorante Oda. Si trova in Rruga Luigj Gurakuqi, ma può essere un po’ difficile da individuare in un primo momento. Questo autentico ristorante non solo serve il miglior cibo tradizionale, ma anche la sua location è tipica, dal momento che è completamente costituita di mobili e decorazioni albanesi tradizionali. I loro piatti di verdure sono incredibili, quindi non perdete la possibilità di provare i loro peperoni con formaggio o melanzane ripiene. I piatti di carne sono principalmente di agnello e il loro vino da tavola è veramente buono. Per non parlare di quanto sia tutto economico.

Prendere un gelato per dessert

Se desiderate qualcosa di dolce dopo il vostro pranzo, dovresti provare un gelato albanese. Gli albanesi sono molto famosi per il loro gelato fresco e sanno davvero come farne uno buono. Ci sono molte gelaterie in tutta la città, quindi è difficile perderne una.

Fare acquisti in via Myslym Shyri

Rruga Myslym Shyri è la via dove si trovano molti negozi, tanti di moda. Obiettivamente, questa strada alberata è piena di attività commerciali, per cui ci si può trascorrere qualche ora in giro, facendo shopping o semplicemente guardando le vetrine. Ci sono alcuni negozi di sartoria che offrono grandi offerte per le abiti maschili e femminili.

Visitare il Padiglione Cloud

Il ‘Cloud’ è stato progettato dal famoso architetto giapponese Sou Fujimoto come un padiglione serpentino nel 2013. Questa struttura in acciaio non è solo un’opera d’arte, ma serve sia da spazio culturale che da spazio sociale aperto.Il suo aspetto trasparente lo rende evanescente proprio come una nuvola e da qui viene il suo nome (lo potete vedere nella foto di copertina dell’articolo).Essendo situato nell’area del parco, è un ottimo posto per rilassarsi un po’, fare uno spuntino e scattare delle belle foto.

Visitare la vivace zona del Bllok

Questo vivace blocco, in realtà un grande quartiere, era una zona residenziale ad accesso limitato durante l’epoca comunista e, in effetti, i comuni cittadini non vi erano ammessi. Oggi è praticamente la destinazione d’intrattenimento e shopping più emozionante in tutta l’Albania. La zona è ricca di boutique, negozi, bar alla moda, caffetterie e ristoranti. È una grande area per trascorrere una bella serata e tirar tardi la notte, soprattutto durante i mesi più caldi.

Visitare la famosa Piramide di Hoxha

visitare tirana pyramida albaniaQuesta struttura abbandonata a forma di piramide, anche se in stato di cattiva manutenzione, è uno dei maggiori monumenti di Tirana. Primo museo di Tirana (quello di Storia nazionale sarebbe arrivato dopo), la Piramide fu progettata dalla figlia del leader comunista Enver Hoxha e costruita nel 1988. Oggi l’edificio è coperto da graffiti e non è più in uso. Tuttavia, rimane un luogo di ritrovo locale e turistico, specialmente per i bambini che non si perdono mai la possibilità di giocarci, salendo la piramide fino alla cima.

Trascorrere una serata nell’area del Bllok

È già ora di cena. Nel Bllok ci sono numerosi ristoranti tra cui scegliere. Quello che si chiama ‘Artigiano’ offre un’ampia gamma di cibi e sapori diversi, begli interni e un ottimo servizio. Ed è anche molto conveniente. Se cercate un’atmosfera più accogliente, il ristorante ‘À la Santé’ può fare al caso vostro. Le sue specialità di pesce sono altamente raccomandate.

Trascorrere il dopocena al vintage ‘Radio Bar’

Se volete il drink del dopo-cena, dirigetevi verso il ‘Radio Bar’. Questa locale vintage deve il suo nome alla collezione di antiche radio albanesi che ha allestito al suo interno. Ammirerete gli ambienti ispirati all’epoca comunista e l’atmosfera vibrante. Il bar, inoltre, offre una grande selezione di cocktail, vini e birre. Il giardino sul retro è un bel posto per sedersi e godersi il brusio piacevole di una conversazione rilassata.

Foto di copertina, foto interne all’articolo e traduzione parziale del testo in inglese sono tratte dal seguente link in lingua originale: http://onedayitinerary.com/one-day-in-tirana-itinerary/

© 2017, Katia Pisani. All rights reserved.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.