Ospitalità albanese: ‘bukë, kripë e zemër’

Il concetto di ospitalità è un marchio distintivo del Paese delle Aquile, e chi ci va in vacanza ne ha una testimonianza indelebile. Per gli albanesi l’ospite è sacro e il motto che accompagna l’accoglienza di una persona nella propria casa è ‘Bukë, kripë e zemër’, che vuol dire ‘Pane, sale e cuore’.

Per darvi un’idea dell’impressione che fa agli occhi di uno straniero questa ospitalità, riporto una testimonianza scritta di Padre Cristoforo Palmieri, religioso originario della mia regione (è nato a Bitonto, in provincia di Bari), che è Missionario in Albania dal 1993 ed è, attualmente, Vescovo di Rrëshen, nel distretto del Mirdita (se vedete una cartina dell’Albania, si tratta della zona intorno a Lezhë, Alessio in italiano).

Ecco quanto scriveva Padre Palmieri:

‘Pane, sale e cuore’ è l’espressione che si sente dire spesso non appena si entra in una casa albanese. Non è un mero modo di dire, ma un’espressione profonda, l’espressione di un popolo che, sebbene sempre in povertà, vive il valore dell’accoglienza come qualcosa di sacro.

E’ il desiderio di onorare l’ospite, un desiderio così altamente sentito da cominciare nel momento stesso in cui la persona, varcando la soglia dell’abitazione, viene investita da una dimensione quasi divina. Tutte le attenzioni, gli onori, i pensieri vanno in quella direzione.

Per cui, non appena si arriva in casa, per prima cosa si serve la rakia (è la grappa albanese- n.d.t.), prodotta in modo artigianale e sempre presente in dispensa; poi, un caffè turco, del melone o dell’altra frutta, dell’acqua dolcificata con miele, dell’aranciata o qualsiasi altra cosa prodotta dalla terra. Insomma, tutto ciò che c’è in casa.

Andare a bere un caffè in casa di altri ti rende veramente una persona importante.

Allora???? Vi è piaciuto????

Spero che abbiate quanto prima il piacere di essere ospiti in una casa albanese. Vi sembrerà di essere i protagonisti della descrizione qui sopra.

E voi? Mi rivolgo agli albanesi che seguono il mio blog. Avete delle tradizioni tutte vostre, qualcosa di particolare, magari tramandato nelle vostre famiglie, che siete soliti mettere in pratica quando avete ospiti? Fatemelo sapere, se vi fa piacere, così posso aggiungerlo a questo articolo 😉

© 2017, Katia Pisani. All rights reserved.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.