Kelmend e Shkrel. Turismo montano in Albania

Kelmend e Shkrel sono due piccole località turistiche inserite nello splendido scenario naturale delle Grandi Montagne, all’interno delle Alpi albanesi. E in effetti il Distretto a cui appartengono è proprio quello chiamato Malësia e Madhe, nella Prefettura di Scutari. Da queste parti, a inizio ‘900, è passata anche la grande scrittrice inglese Edith Durham, grazie alla quale si deve quella definizione della zona come ‘the land of living past’, ossia la terra dove il passato non muore mai.

E’ una zona al cui sviluppo turistico ha contribuito anche la sezione italiana del VIS (Volontariato Internazionale allo Sviluppo); infatti, fino a qualche anno fa, il sito ufficiale di promozione turistica del Kelmend-Shkrel aveva la sua traduzione anche nella nostra lingua. Ora è rimasta solo la versione in albanese, ma tutto sommato ci si può navigare dentro andando un po’ a senso per chi ha una conoscenza di base dell’albanese. Per dare, comunque, una idea generale di cosa si possa fare in vacanza da queste parti, ho deciso di tradurre la sezione Itinierare (Itinerari) che si trova nel ‘Çfarë të bëjmë’ (Cosa fare) del menù della pagina principale. Ovviamente, sono attività che danno il meglio di se stesse a primavera inoltrata o in estate, ma, a dire il vero, quella del Kelmend-Shkrel è una delle zone turistiche meglio destagionalizzate dell’Albania. E occhio alla sezione sul dove alloggiare! Le case tipiche della zona sono, per affinità d’uso turistico, come i masi in Trentino Alto Adige.

Vediamo, quindi, un elenco delle attività che questa splendida zona offre.

Speleologia

Tutta l’area che circonda le Grandi Montagne presenta un territorio molto interessante da un punto di vista geologico, grazie a rocce, grotte, cavità naturali e ghiacciai. Un ambiente che attrae coloro che desiderano scoprire la storia geologica delle Alpi albanesi, esplorando il mondo sotterraneo, per capire quali cambiamenti la zona ha subito col passare delle ere geologiche, per leggere il paesaggio da una nuova prospettiva.
Molte persone oggi praticano la speleologia, non solo in termini scientifici, ma come una disciplina sportiva. La regione offre molte opportunità per coloro che sono interessati ad esplorare grotte naturali, ma per ragioni di sicurezza vi suggeriamo di farvi accompagnare dalle guide locali, che lavorano da anni con gruppi di speleologi provenienti da diversi Paesi europei.
Per informazioni sul servizio di guida speleologica, si può contattare l’Ufficio del Turismo a Tamarë.

Kayak

La navigazione in kayak del fiume Cem è possibile solo per coloro che possiedono le competenze e le conoscenze tecniche per condurre questo tipo di imbarcazione leggera. Una esperienza “estrema” anche per i canoisti esperti, da sperimentare nei mesi di ottobre-novembre o marzo-aprile, in cui le correnti d’acqua sono notevoli.

Mountain-Bike

Coloro che vogliono respirare aria pulita e godersi, pedalando, la meravigliosa varietà di paesaggi montani e di valli fluviali possono scegliere le Grandi Montagne per le tante opportunità che offrono agli amanti della bicicletta.

A Kelmend si può sperimentare questa avventura su strade sterrate, abbracciati da una natura bellissima e ancora intatta, in un ambiente ricco di biodiversità. A Shkrel si può godere di rilassanti passeggiate all’ombra dei castagni, tra splendidi paesaggi di montagna in completa serenità.

Escursioni

Una passeggiata al giorno alla scoperta di boschi, valli e vette, villaggi e alpeggi, per riscoprire il piacere del contatto con la natura che costituisce le Grandi Montagne. Percorsi a tema naturale o storico-culturale possono essere sviluppati in ogni stagione nel Comune di Shkrel. Mentre si preferiscono la primavera e l’estate per scoprire Kelmendi.

Percorsi a cavallo

Il turismo equestre è una delle novità degli ultimi anni nell’ambito dell’offerta turistica del nord Albania. Molte sono le famiglie locali impegnate ad offrire ai visitatori l’opportunità di sviluppare le passeggiate a cavallo lungo percorsi che attraversano una natura ancora selvaggia. Tante di queste famiglie hanno anche trasformato le loro case in alloggi per turisti.
Il cavallo, nel nord dell’Albania, ha una valenza multipla: un mezzo di trasporto completamente rispettoso dell’ambiente, un amico fedele che accompagna le famiglie locali durante la transumanza dei pascoli in montagna, il simbolo dell’unione uomo-animale quando si tratta di affrontare una natura a volte ostica.
Approfittatene, perchè le emozioni che vi riservano le passeggiate a cavallo restano dentro a lungo!

Questo è il sito turistico ufficiale http://www.kelmend-shkrel.org/

Se volete deliziarvi il palato, Kelmend e la zona intorno sono la culla di uno dei presìdi Slow Food albanesi, il formaggio chiamato mishavin. Ne parlo nell’articolo qui Slow Food Albania: gliko e mishavin

© 2016 – 2017, Katia Pisani. All rights reserved.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *